• sastesitour
  • 28 Gennaio 2020
  • 0 Comments

Turchia Agosto 2019

Turchia Agosto 2019

Siamo in Turchia atterrati a Dalaman direzione Oludenitz località balneare: l impressione notturna è quella di un turismo di massa un po’ caotica, ma alla mattina questa località  ci ha riservato una bella sorpresa, incastonata tra la montagna e il mare, fa da cornice ad una miriade di parapendii, tantissimi è’ impressionante e affascinante allo stesso tempo . Anzi devi stare attento mentre cammini e guardare verso l’alto, perché ogni due minuti atterra qualcuno!!!

Decidiamo di andare a Patara, la migliore amica della vacanza di tutti noi “la Lonely planet” ci suggerisce questa spiaggia lunga 18 km. Per arrivarci facciamo un’ora di strada. Effettivamente bella lunga e clima ventolato si sta proprio bene

È’ una spiaggia sia per turisti sia per i locali, dove rimango a osservare il loro vestiario, soprattutto le donne, sono vestite da cima a fondo con dei veri e propri costumi.

Domani gita in barca ! Destinazione baia delle farfalle 

Gita in barca di tutto il giorno , qui in Turchia sulla costa è’ un must non puoi non farla. diverse spiagge e diversi bagni il sole splende a picco e brucia, mare limpido e turchese !

Oggi ci dedichiamo alle terme . Ho scoperto una bellissima zona a due ore di strada dove poter fare la fangoterapia con 5 lire turche a testa .. si dice che ringiovanisci .. noi proviamo,le tentiamo tutte per L eterna giovinezza

Il giorno dopo però abbiamo deciso che gli anni acquistati con la fangoterapia al Mud Bath di Sultaniye li volevamo riperdere e così non possiamo non fare un volo per vedere dall alto la splendida baia e la laguna blu di oludeniz 

E quindi eccoci qui e attirati come la maggioranza delle persone proviamo il paraglading o parapendio

Ormai la nostra vacanza al mare “rilassante” si fa per dire è’ finita e ci mettiamo in macchina direzione Pamukkale che non delude le aspettative,anche se lo vorresti vedere deserta ma non è’ possibile! Ci mescoliamo tra la folla e iniziamo la nostra risalita con costume e ciabatte nulla di più per poter godere delle vasche durante la risalita, non ci sono deposito bagagli quindi tutto ciò che portate dovete averlo dietro . Fino in cima non esistono bar o posti dove comprare acqua quindi se la fate come noi alle 16 con il sole a picco portatevi da bere ( possibilmente non il succo di melograno che qui era particolarmente aspro come un limone

Aspettiamo il tramonto perché da inguaribili romantici non prima però di avere visitato la Hierapolis effettivamente maestosa.

Da non perdere cima a Pamukkale con un costo extra, le terme  Cleopatra nuotare tra capitelli e rovine elleniche non capita tutti i giorni!

Prossima tappa attraversando la parte centrale della Turchia e’ Konya patria dei dervisci rotanti e molto tradizionalista. Arriviamo verso sera giusto il tempo di una cena e una visita veloce della città . Domani arriveremo in Cappadocia!

Cappadocia in turco significa “terra dei bei cavalli”È una zona meravigliosa, quasi fiabesca, che tutti, almeno una volta della vita, dovrebbero visitare.

Un paesaggio quasi irreale, fatto di torri, canyon, crepacci, pinnacoli e villaggi rupestri dai colori straordinari, che vanno dal rosso all’oro, dal verde al grigio.

Nei cosiddetti “camini delle fate“, stranissime formazioni laviche coniche, si rifugiarono popolazioni eremite che scavarono le loro abitazioni nel tufo

Inoltre non poteva mancare il famosissimo giro in mongolfiera spettacolare sia dall alto sia dal basso e vedere la moltitudine di palloni aerostatici che punteggiano il cielo di diversi colori

La nostra tappa finale invece è’ Istanbul 

Istanbul è una città ricca di fascino e di mistero, una metropoli che si estende tra il continente europeo e quello asiatico, divisa dal suggestivo Stretto del Bosforo. – un susseguirsi di grandi cupole di chiese

Dai banchi del Gran Bazar ai fasti del quartiere di Sultanahmet che ospita la Moschea Blu e Santa Sofia, fino allo spettacolo del Bosforo dal ponte di Galata: ecco i luoghi da non perdere per un tour alla scoperta della città. Non dimentichiamoci di visitare la Basilica di Cisterne , 

Vi ricordate James Bond nel film Dalla Russia con Amore quando gira in barca in una chiesa piena d’acqua? Ebbene si trovava all’interno della Basilica Cisterna di Istanbul, uno dei luoghi più incredibili della città, che può essere visitato (purtroppo non in barca, come invece si poteva fare fino alle Prima Guerra Mondiale!).

“Se a un uomo venisse concessa la possibilità di un unico sguardo sul mondo e’ Istanbul che dovrebbe guardare” Alphonse De Lamartine 

Vi siete appassionati e volete vivere anche voi un’esperienza simile ? 

Sono qui a vostra disposizione per organizzare insieme a voi il vostro viaggio

Lost your password?

User registration is disabled for now. Contact site administrator.

WhatsApp Ciao, possiamo aiutarti?